UN MARI' AD SCORTA

Commedia brillante in 3 atti di
Alberto Belli

Stacks Image 137
Marta, donna ancora giovane e bella, dopo il divorzio per disperazione da Carlo Flaviani, un bellimbusto un po’ cialtrone ma simpatico, ritrova la serenità tra le braccia di Adolfo Budini, un tipo noioso e metodico, ma fedele e rassicurante.
Si risposa e la sua vita si trascina senza travolgenti passioni ma finalmente tranquilla fino al giorno in cui irrompe sulla scena la ricca zia, vedova del Generale, disposta ad un aiuto finanziario ma del tutto ignara del divorzio della sua prediletta nipote.
L’arrivo di Carlo, il primo marito, e l’opera non certo conciliante di un’irrefrenabile cameriera rovinano la festa e i quattrini al pacato Adolfo.
Le cose vanno via via sempre più ingarbugliandosi e la commedia, tra equivoci e colpi di scena, sembra non trovare più un finale risolutivo. Ma il cuore di Marta ha ricominciato a battere….

Pronto? casa Budini....
no sgnor padron, la sgnora l'è ancora fora.
A n'al ssò brisa...sì, sgnor padron ... va ben, gnor padron .... al ssò, gnor padron: vardura cota, ssenza sal e con un fil d'oli.... come al solit, sgnor padron ... fra dies minut .... arivederci !

Pussibil ? E' mai pussibil che da n'ann e mez al telefona tut'il sir par diram: " Vardura cota, senza sal e con un fil d'oli..... a znaren a set or precisi !".
Povra sgnora, che brut cambi ch'a t'à fat. L'è propria vera che chi lassa la strada vecia par cla nova al ssa quel ch'al lassa ma an ssa brisa cus al trova.
Ma scusem, am sson gnanch presentada.

Mi a sson Lea, la camariera e a sson chì anch da prima...sì, prima! quand la sgnora Marta, la miè padrona, la staseva ancora con Carlo, l'aucat Flaviani insoma, quel simpatich: oh, che vita ch'à fasevan?! ass gudevan che.... tuti i dì una nova.

Sol che dop liè l'à vlest al divorzi, ma sì parchè ssò marì ....insoma ... com ass dis in italian .... faceva lo scapadizzo! e la spusà stal bel suget ad Budini.... sì, Adolfo Budin al s'ciama i, zzà al nom l'è un programa ! tut al cuntrari ad cl'altar.

(suonano alla porta) Veh, ma se an vien mai nissun in stal zimiteri......!!!


Questo sito usa la tecnologia dei cookies per darti una miglioreesperienza nella navigazione. Continuando accetti la nostra Cookies Policy